Gran Galà delle Eccellenze per S. E. Marin Raykov “Ambasciatore di Bulgaria a Roma”

“Galà delle Eccellenze Doc Italy” presso l’Ambasciata di Bulgaria a Roma
Tre colori due bandiere. Verde, bianco e rosso o bianco, rosso e verde? Entrambe! Martedì 11 settembre, nella suggestiva cornice dell’Ambasciata di Bulgaria, due colori si sono uniti, fondendosi grazie alle Eccellenze italiane.
In occasione dell’investitura di S.E. Ambasciatore di Bulgaria Marin Raykov Nikolov, a Gentiluomo di San Silvestro, uno straordinario viaggio tra sapori e saperi ha colorato le sale ed i giardini dell’Ambasciata. Monsignor Luigi Francesco Casolini di Sersale, Preside del Capitolo della Basilica Cattedrale, Rettore della Chiesa di San Silvestro, ha donato un pezzo d’Italia alla Bulgaria grazie all’Associazione Nazionale Doc Italy, che mira a promuove e tutelare il Made in Italy di Eccellenza.
Ad apertura della solenne Cerimonia l’Artista Internazionale Paola Crema, Ambasciatrice Doc Italy per l’Arte, ha donato all’Ambasciatore una Scultura a lui dedicata, a seguire il Maestro Marco Orlandi, Pres. del Borgo dei Cartai e Ambasciatore Doc Italy per la Cultura, ha omaggiato S. E. Maryn Raikov di una copia della “Regola Benedettina Ora et Labora”.
A seguire un vero Viaggio Attraverso le Eccellenze che parte dalla Basilicata con il suo ”Peperone Crusco” Gliubizzi, passa dalla Campania con la sua Colatura di “Alici di Cetara” Delfino, il Maestro Pizzaiolo Gianni Venturoli con le “Pizze Fritte Napoletane” e il Maestro Pasticcere Dario Saltarelli con la sua “Polakkeria”, fa una lunga sosta nel Lazio con una guida straordinaria la “Chef Laura Marciani del Ristorante degli Angeli” che ha magistralmente coordinato lo Chef Edoardo Papa, lo Chef Fabrizio Sepe, lo Chef Simone Loi, il Mastro Gelatiere Valerio Esposito con il suo “Gelato a base di Acqua” e la Mastra Pastaia “Angela Fiorini”, oltre a “Formaggi Chiodetti” e Radichino dei F.lli Pira, Salumi di “Maiale Nero Reatino” Collemaggiore, le Uova Peppovo, l’olio del “Frantoio Archibugi”, “Zafferano di Nepi” Zafne, i “Lamponi dei Monticimini” e il “Caffè Pefè”, giunge in Toscana con i “Tartufi Boscovivo”, per poi attraversare Lombardia con i Vini Biologici Padroggi La Piotta, ripartendo per il Piemonte con le “Mele al cartoccio del Maestro Marco Bruno”, attraversando il Friuli Venezia Giulia con il Maestro “Alessandro Rizzo” e la sua “Gubana”, traghettando in Trentino Alto Adige sull’Acqua Plose, dalle Dolomiti alle Alpi con tre tipicità indiscusse “la Fontina della Cooperativa Produttori di Fontina, Pluripremiati Grosjean Vins e il Maestro Mauro Morandin a tagliare la linea del traguardo con la sua Veneranda.
<<Internazionalizzare non la Nazione ma le singole Regioni con le loro identità, usi e costumi è un obiettivo che Doc Italy – dice la Presidente Tiziana Sirna – si è prefissata dal luglio 2013, consapevole delle differenze e delle peculiarità che caratterizzano ogni territorio. Dopo la Valle d’Aosta, seconda regione scelta da Doc Italy per il progetto  “…non solo Regione” sarà la Campania con le sue Eccellenze: il Maestro Pasticcere Casertano “Dario Saltarelli”, Ambasciatore Del Gusto Doc Italy Campania per la Pasticceria e il suo Panettone premiato Superior Taste award 3 stelle, il Maestro Pizzaiolo “Gianni Venturoli” Pres. Gruppo Zazà Napoli, S.E. la “Colatura di Alici di Cetara” della Storica Azienda Delfino hanno egregiamente rappresentato la loro amata Terra. Promuovere una Regione tanto straordinaria, unica, colorata e “Saporita” è un dovere per un’associazione come la Nostra>>

www.associazionenazionaledocitaly.it