Franco Cotana – Sezione Ricerca, Sviluppo e Innovazione

Professore Ordinario di Fisica Tecnica Industriale nel Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, nel 2003 ha fondato il Centro nazionale di Ricerca sulle Biomasse (CRB) che ha diretto fino al giugno del 2013 quando il CRB è stato fuso nel CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente a forte carattere multidisciplinare a cui afferiscono centinaia di docenti di 14 atenei) di cui è divenuto contestualmente direttore fino al 2015. Nel 2004 fonda il dottorato di ricerca in Ingegneria Energetica incardinato nel CRB che dal 2013 si è trasformato in dottorato internazionale multidisciplinare in Energia e Sviluppo Sostenibile di cui è coordinatore e presidente. Ad oggi il CRB-CIRIAF è l’unico centro di ricerca inter-universitario in Italia che ha incardinato un dottorato di ricerca ruolo che, dopo la riforma del 2012, solitamente è ricoperto dai dipartimenti.

Autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche a carattere fortemente interdisciplinare e di 20 brevetti industriali, è esperto MIUR e valutatore di progetti nazionali e internazionali da oltre 20 anni. Dal 2009 è rappresentante italiano a Bruxelles per il SET-Plan EIBI (Piano Strategico per le Tecnologie Energetiche – Iniziativa Industriale Europea sulle Bioenergie). Tra i più noti brevetti: PIPENET[1] è l’innovativo sistema di trasporto per merci leggere ad altissima velocità, TEAM[2] è la Torre Energetica Ambientale Multifunzionale per la Smart City; MARE è l’innovativo sistema di coltivazione delle micro-alghe in spazi oceanici e marini per la Blue Growth, Albedo Control[3] è infine il progetto per la mitigazione dei cambiamenti climatici.

Nel 2014, dopo diverse esperienze in vari consigli di amministrazione di società pubbliche-private, è diventato membro del CDA dell’ateneo di Perugia risultando uno dei 5 eletti dal senato accademico in rappresentanza dell’area Ingegneria, Veterinaria ed Agraria[4]

Dal 2010 è membro dell’Accademia delle Scienze di New York[5].

Nativo della cittadina etrusca di Monte Vibiano – Mercatello (Perugia) che ha dato i natali all’Imperatore romano Gaio Vibio Treboniano Gallo,[6] si diploma con il massimo dei voti presso l’Istituto Tecnico industriale di Stato A.Volta nel 1976, e nel 1983 si laurea con lode in Ingegneria Elettronica presso l’Università La Sapienza di Roma. Si mantiene gli studi progettando e realizzando impianti elettrici e avvolgimenti per motori elettrici con una bobinatrice da lui stesso costruita. Dal gennaio 1982 vince un concorso nazionale ed è assunto all’ENEL dove lavora nei laboratori Misure e Linee Alta Tensione e, successivamente, nel ruolo ingegneristico presso la DCO di Viale Regina Margherita si occupa della progettazione di Centrali Termoelettriche. Non ama il posto fisso e si licenzia per ben due volte dall’ENEL dove era stato assunto a seguito di concorsi nazionali. Dal 1985 al 1990 alterna periodi di lavoro in Italia con lavoro negli USA in importanti compagnie americane (in Texas e in California) nel settore dei test e del burn-in su componenti elettronici.

Nel 1991 vince il concorso da ricercatore del settore scientifico disciplinare Fisica Tecnica Ambientale presso l’Istituto di Energetica della nascente Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia, dopo aver contribuito alla crescita dei laboratori di acustica applicata-elettroacustica, termotecnica-termodinamica-proprietà termofisiche dei fluidi e controlli ambientali, nel 1998 vince il concorso a Professore Associato. Nel 2001vince il concorso a Professore Ordinario di Fisica Tecnica Industriale ed è chiamato nella Facoltà di Ingegneria dell’Ateneo perugino a coordinare la sezione di Fisica tecnica del dipartimento.

Professor Franco Cotana